8 e 9 Dicembre – Viterbo e Caprarola

SABATO 8 – DOMENICA 9 DICEMBRE
LA CITTA’ DEI PAPI E I SUOI DINTORNI: VITERBO E CAPRAROLA


Descrizione

Sabato 8 Dicembre:
Al mattino ci recheremo subito all’agriturismo “Il Marrugio” dove soggiorneremo e poi ci sposteremo con il pulmino nei dintorni per un’escursione di circa 6 km per visitare, con l’ausilio di una guida, Norchia, un’antica città etrusca, di cui si conserva anche la necropoli. Norchia è posta sulla sommità di un’altura tufacea, e si estende tra i solchi scavati dal Fosso Biedano, dal Fosso di Pile e dell’Acqualta; le sue origini risalgono all’Età del Bronzo, ma appare evidente che la città visse il suo momento di massimo splendore nel periodo della dominazione etrusca tra il IV e il III secolo a.C. Durante il periodo di dominazione romana la città non risulta particolarmente abitata, tornerà ad essere un punto di riferimento nella zona solo nel Medioevo, quando nel XII secolo venne fortificata da Papa Adriano IV; nel 1435 la città venne definitivamente abbandonata, ma oggi risulta essere un sito di notevole interesse dal punto di vista archeologico, tanto da essere stata segnalata all’UNESCO!
Lungo il percorso si incontrano spesso gradini di roccia e strettoie, oltre a piccoli guadi da superare camminando sui sassi: nulla di particolarmente impegnativo, ma bisogna fare attenzione a dove si mettono i piedi ed in alcuni punti aiutarsi con le mani. Consigliamo di lasciare in auto un paio di scarpe di ricambio nel caso si finisca con i piedi nell’acqua.

Nel pomeriggio, dopo una breve sosta alle sorgenti termali del Bulicame, che sono ad accesso libero, faremo un trekking urbano di circa 10 km per le vie più belle del centro storico di Viterbo, per assaporare al meglio
l’atmosfera natalizia che pervade le strade in questo periodo. Percorreremo il tratto della Via Francigena che attraversa la città da Porta Fiorentina a Porta Romana, visiteremo i luoghi religiosi più importanti della città, il Palazzo Papale e la Cattedrale di San Lorenzo che hanno ospitato, tra le loro mura, dal 1257 al 1281, ben 9 Papi. Costeggeremo inoltre l’antica cinta muraria e attraverseremo la città piazza per piazza, per godere la bellezza delle sue fontane e del quartiere di San Pellegrino, scoprendo gli angoli più nascosti, per poi cenare in una tipica taverna del posto.

Domenica 9 Dicembre
La domenica mattina andremo alla scoperta del Parco Naturale Regionale del Lago di Vico, saliremo quindi sul Monte Venere, di origine vulcanica, percorrendo le sue particolari faggete fino a raggiungerne la vetta (837 mt. s.l.m.); da qui potremo ammirare la vastità del panorama del Lago. Raggiungeremo poi il pozzo del Diavolo, unica grotta vulcanica del Lazio, formatasi per processi di crollo nelle colate laviche del Monte Venere; non entreremo nella grotta ma ci limiteremo in sicurezza alla sua osservazione esterna.
Ridiscenderemo poi in riva al lago per consumare il pranzo al sacco.
Nel pomeriggio ci sposteremo al paese di Caprarola, edificato sopra uno sperone tufaceo a più di 500 mt. s.l.m.; l’abitato deve ai suoi antichi feudatari ed al genio dell’architetto Jacopo Barozzi detto il Vignola la sua particolare struttura urbanistica che la pone per importanza ai primi posti dal punto di vista architettonico tra i borghi italiani. Il suo impianto viario orientato lungo l’asse dell’antica “Via dritta”, la maggiore via cittadina, culmina nel piazzale antistante la mole dominante del Palazzo Farnese, fortezza dalla struttura pentagonale abbozzata da Antonio da Sangallo il Giovane intorno al 1530, sapientemente trasformata in maestosa residenza cinquecentesca per Alessandro Farnese, nipote di papa Paolo III, proprio dal Vignola, nella seconda metà del XVI secolo. Qui entreremo al museo statale del Grande Palazzo Farnese dove effettueremo una visita di circa 2 ore e al termine avremo un’oretta per visitare il piccolo borgo prima di ripartire.


Accompagnatori

Marco Mencattini 347/5297237
Andrea Cipriani 328/4790199

Difficoltà: T-E
Note: Escursioni facili.

Lunghezza percorso:
– primo giorno 16 km
– secondo giorno 12 km

Mezzo trasporto: pulmino 9 posti
Ritrovo: sabato 8 dicembre ore 7:30 in piazza Repubblica, Stia (Ar)
Rientro: Domenica 9 dicembre ore 20:00 circa


Note

o Viaggio con pulmino 9 posti;
o Pernottamento presso l’Agriturismo il Marrugio;
o Copertura assicurativa obbligatoria per i non soci (9 euro);
o Scarpe o scarponi da trekking, abbigliamento adeguato per la stagione;
o Pranzi al sacco e cena in centro a Viterbo in una tipica taverna;
o L’Associazione si riserva la facoltà di modificare il presente programma nel caso in cui non sia possibile effettuare l’escursione o parte di essa.

Costo dell’escursione 80 € per i soci CAI (98 € per i non soci), che comprende:
o Spese di viaggio 12 €;
o Visita guidata a Norchia + ingresso Palazzo Farnese 10 €;
o Pernottamento e colazione presso agriturismo il Marrugio 34 €;
o Copertura Assicurativa obbligatoria (per i non soci CAI di 9€ al giorno);
o Noleggio pulmino 24 €.

La quota non comprende:
o Pranzo e cene;
o Quanto altro non indicato.

Prenotazione obbligatoria entro DOMENICA 28 OTTOBRE 2018,
con versamento della caparra pari a 50€ a conferma della prenotazione. In caso di disdetta l’importo della caparra non sarà rimborsabile.

PER PROBLEMI ORGANIZZATIVI NON SI ACCETTERANNO PRENOTAZIONI OLTRE IL 28 OTTOBRE 2018.

PER VERSAMENTO CAPARRA:
– Referenti gita;
– Bonifico, Intestazione: Club Alpino Italiano Sottosezione di Stia; Banca: Credito Cooperativo di Stia IBAN: IT 35 A 08345 05458 000000002457
I non Soci dovranno inoltre comunicare entro la stessa data: NOME, COGNOME e CODICE FISCALE così da poter attivare la copertura assicurativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *