21 Ottobre – Val d’Abisso e Monte Nerone

DOMENICA 21 OTTOBRE
DALLA VAL D’ABISSO ALLA VETTA DEL MONTE NERONE

DESCRIZIONE
Escursione bella ed impegnativa, che percorre uno dei tratti più selvaggi e incontaminati della Provincia di Pesaro e Urbino, ricco di cascate e di grotte che passando per la valle d’Abisso e la valle dell’Infernaccio arriva fino alla spettacolare Balza Forata.
Nella parte centrale dell’escursione, alcuni tratti del percorso sono attrezzati con cavi d’acciaio, necessari per superare i punti più critici dove si richiede molta attenzione, specialmente quando la roccia si presenta scivolosa. Oltre questo passo non ci sono problemi anche se il dislivello e la fatica per raggiungere la cima del Monte Nerone è notevole.
La zona è ricca di particolarità, subito dopo la chiesa di Santa Maria in Val d’Abisso si incontra un vecchio mulino (Il Mulinaccio), di cui purtroppo sono rimasti solo pochi muri, quindi si raggiunge Balza Forata, un grosso buco che attraversa un pilastro roccioso. Occorre prestare un po’ d’attenzione perché non è proprio semplicissimo raggiungere la cavità, in compenso si è ripagati da uno splendido panorama. Oltre questo punto si può vedere la cascata formata dal fosso di Monte Nerone, incassata tra le strette pareti della forra.
Inoltre sono presenti numerose grotte che si aprono sui fianchi della montagna, come ad esempio la grotta dei cinque laghi, la grotta dei prosciutti e la grotta di Nerone. Proprio questa ultima è raggiungibile da uno dei vari bivi che si incontrano salendo, poco sopra la Balza Forata.
Nella via del ritorno il sentiero passa per il passo della Madonna e per i Muracci, un’antica fortificazione che domina la valle con un notevole panorama su tutta la zona.

Difficoltà: EE
Lunghezza percorso: 14 km
Dislivello: circa 1150 mt di ascesa
Note: escursione impegnativa per l’elevato dislivello, con tratti esposti ed attrezzati
Mezzo trasporto: pulmino 9 posti
Ritrovo: Domenica 21 ottobre alle ore 6:30 in piazza Repubblica, Stia (Ar)
Rientro: Domenica 21 ottobre ore 19:00

Accompagnatori
Andrea Cipriani 328/4790199

Note
o Viaggio con pulmino 9 posti;
o Copertura assicurativa obbligatoria per i non soci (9 euro);
o Scarponi da trekking, bastoncini, frontale e abbigliamento adeguato per la stagione;
o Si consiglia di portare pranzo al sacco;
o l’Associazione si riserva la facoltà di modificare il presente programma nel caso in cui non sia
possibile effettuare l’escursione o parte di essa.

Costo dell’escursione 19 € per i soci CAI (28€ per i non soci), che comprende:
o Spese di viaggio 7 €;
o Copertura Assicurativa obbligatoria (per i non soci CAI di 9€ al giorno);
o Noleggio pulmino 12 €.

La quota non comprende:
o Pranzo al sacco;
o Quanto altro non indicato.

Prenotazione obbligatoria entro sabato 6 ottobre 2018, con versamento della caparra pari a 12€ per confermare la prenotazione. In caso di disdetta l’importo della caparra non sarà rimborsabile.
PER PROBLEMI ORGANIZZATIVI NON SI ACCETTERANNO PRENOTAZIONI OLTRE SABATO 6 OTTOBRE 2018.
PER VERSAMENTO CAPARRA: – Referenti gita; – Bonifico, Intestazione: Club Alpino Italiano Sottosezione di Stia; Banca: Credito Cooperativo di Stia IBAN: IT 35 A 08345 05458 000000002457
I non Soci dovranno inoltre comunicare entro la stessa data: NOME, COGNOME e CODICE FISCALE così da poter attivare la copertura assicurativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *